23 Novembre 2006 GALLERIA MORONE, QUARANT'ANNI

40 ANNI 'ARTE alla MORONE

una festa per gli amici e la citta'

con il jazz di

KOLKER-ABERCROMBIE QUARTET

giovedi' 23 novembre 2006

a partire dalle ore 18.00

Giovedi' 23 novembre 2006 dalle h.18

quarant'anni di storia


Sono poche le gallerie milanesi sopravvissute al passare dei decenni.
Si possono contare sulle dita di una mano e poco piu'.
Fra di esse e' certamente da porre la Galleria Morone che prende il nome dalla via in cui e' nata (via Morone 6) e dove e' rimasta a lungo prima di approdare nella sede attuale di Via Nerino 3.
La storia della galleria e', inoltre, la storia di Enzo Spadon, un mercante poco mercante perche' piu' attento alla qualita' (e alla novita') delle opere che al mercato del momento, piu' rivolto agli uomini e alle loro idee che alla produzione di denaro. Motivi questi che rendono i 40 anni di attivita' della galleria Morone un vero miracolo, perche' Spadon ha saputo sopravvivere alle mode con la coerenza e la forza di spirito, in rapporto con i grandi maestri, ma anche con artisti meno noti dalla sensibilita' artistica forte e stimolante.
Se ripercorriamo i quarant'anni trascorsi, partendo dalla mostra di Piero Giunni nel novembre del 1966 cui segui' una rassegna dedicata a Luigi Russolo ritroviamo a piu' riprese i 'suoi' artisti - Enrico Della Torre, Claudio Olivieri, Valentino Vago, Gianni Madella, Riccardo Guarneri, Mario Raciti e altri ancora - messi in relazione e a confronto ravvicinato con alcuni grandi dell'arte italiana (Fontana, Scanavino, Tancredi) e alcune figure mitiche della pittura europea e d'oltreoceano (Hartung, Schumacher, Soto, Calder, Noland, Miro'). Un grande ed importante incontro fu quello con Fausto Melotti intorno al 1970: Spadon, oltre a realizzare diverse mostre in galleria, lo propose in Germania (Colonia, Duesseldorf) e in numerose fiere a livello internazionale. Memorabile inoltre l'excursus (1972) attraverso la Scuola di New York con opere di Baziotes, Krasner, De Kooning, Gottlieb, Guston, Kline, Marca-Relli, Motherwell, Newman, Pollock, Reinhardt, Rothko, Stamos, Still: un evento che segno' la ricerca di molti in Italia.
Ma poi ci sarebbe da dire di altre presenze, a volte 'di passaggio' ma sempre intense, come quelle di Strazza, Roberto Crippa, Arico', Bendini, Iacchetti, Verna (ma anche Christo, Riopelle, Arman).
Altro incontro significativo e' quello con Mattia Moreni, che si leghera' alla Galleria Morone per un lungo connubio e che ancora oggi Enzo Spadon distribuisce in tutta Europa in un mercato in forte espansione.
Nel 1995 la figlia Katia avvia un nuovo discorso con 'Accademie & Dintorni', che porta all'evidenza nuove generazioni di artisti come Dorigatti, Bolognini e Shimizu che continuano ancora oggi ad esporre in galleria.
Oggi poi ecco ancora l'impegno per la diffusione dalla conoscenza di due grandi maestri, Arturo Carmassi e Agenore Fabbri, 'pescati - dice Spadon - nel dimenticatoio dell'ufficialita' per rispolverare le deboli memorie dei miei contemporanei'.

la mostra dei quarant'anni

Per festeggiare i suoi quarant'anni, la galleria Morone ha voluto un avvenimento speciale. Anzi due. Negli spazi della galleria innanzitutto. In primo piano la grande ruota con le fotografie di alcuni degli incontri e delle mostre piu' significative, vere tappe della storia dell'arte in Italia. Nessun quadro sulle pareti, dopo tanti quadri, ma grandi spazi bianchi affidati questa volta ai visitatori che potranno lasciare un segno del loro passaggio.

la festa con la musica di Kolker-Abercrombie quartet

Dalla galleria attraversando lo storico Garage San Remo (via Zecca Vecchia 3), si accedera' agli spazi di Cheli Scenografie, dove sara' la grande musica a tracciare la colonna sonora della festa.
Di scena grandi personaggi del jazz mondiale: John Abercrombie, Adam Kolker, John Hebert, Bob Meyer.
La serata si annuncia frizzante e la musica che viene da lontano, ma che avrebbe potuto benissimo accompagnare le opere che via via sono passate negli spazi della galleria Morone, rappresenta una sorta di contrappunto con i colori e i segni - a volte forti ed esplosivi, a volte appena annunciati e in sordina - che hanno accompagnato gli appassionati d'arte, i collezionisti, i direttori di museo, i semplici curiosi che hanno varcato negli anni la soglia della Morone. Le improvvisazioni e i ritmi musicali costituiranno un coronamento alto per i quarant'anni di questa storia, che qui vuole trovare ulteriore stimolo per una attivita' continuativa di qualita' che lo staff della galleria intende condurre anche in futuro.

Kolker-Abercrombie quartet

JOHN ABERCROMBIE chitarra

ADAM KOLKER sax

JOHN EBERT basso

BOB MEYER batteria

Si ringraziano vivamente gli amici che collaborano alla festa:

- Antonio Vanni

- Caleidoscopio jazz management

- Percussion - Village

- Garage San Remo s.r.l.

- Cheli Scenografie Srl

Per ulteriori informazioni e richiesta di materiale per la stampa:

Galleria Morone - Milano tel. 02.72001994 xplanart@galleriamorone.it

uessearte Via Natta 22 - Como tel. 031.269393 info@uessearte.it Via Nerino 3 20123 MILANO Tel. 02.72001994 Fax 02.72002163 www.galleriamorone.it xplanart@galleriamorone.it



VAI AD "ARTISTI DA CONOSCERE"VAI ALLA STORIA DELLA GALLERIA